PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Auguri a te, Chelli!

Filippochelli, quello del VD:
classe di classe, classe ammirata.
Filippochelli, quello del 17 novembre:
manifestazione al San Carlo: la castagnata.
Filippochelli, quello che fuma. Ma
uno sguardo ha fiducia, sarà storia passata.
Filippochelli, quello che si limita a cantare;
oh, perdonami, mai scelta espressione più inadeguata.

Filippochelli, quello che oggi,
e inciampo nel dirlo,
ha addirittura vent’anni.
Filippochelli, idolatrato da chi, di anni,
ne ha ancora soltanto sedici.
E pur tralasciando tali dettagli, non è che puoi dire
Filippo
Chelli
che allora non sarebbe più il mio Filippochelli.

Tuttavia oggi, venticinquemaggiozerootto,
dimentico il mio e mi rivolgo a te:
che chi s’azzarderebbe poi a negar che possiate corrispondere?

Incontro sempre felicità nell’augurare felicità;
oggi s’aggiunge il sollievo di essere in tempo a farlo.
Oh, mitico uomo dai lunghi poi corti capelli,
al di là di chi, e come, tu sia in realtà,
è una gioia essere in tempo a farti gli auguri, Chelli!

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • C n il 26/05/2008 14:51
    grazie Charlotte! La banalità mi fa paura, quello che dici mi fa contenta, mi rincuora tantissimo. Grazie davvero. Grazie anche a Tiziana.
  • TIZIANA GAY il 26/05/2008 11:52
    begli auguri!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0