PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Inno alla vita

Dove andiamo?
Io non lo so,
tu non lo sai,
nessuno lo saprà mai.
Perchè allora
cerchi di carpire
il segreto nascosto?
Non sprecare il tuo fiato,
perchè un giorno sarà finito;
non farti incantare
dal falso mito
proposto alla televisione
da questo o quel santone.
Siamo in guerra
contro il sistema
che ci vuol togliere la terra
del nostro libero pensare,
per poterci omologare.
Ci dobbiamo liberare
da chi ci vuole incatenare!
Alziamo la testa
di fronte alla casta!
Per questo il nostro fiato
val la pena di essere sprecato.
Poco importa sapere il perchè,
e dopo, che cosa c'è.
L'importante è arrivarLe davanti
senza aver troppi rimpianti,
non aver malinconia
quando Lei ci porterà via,
seguirla sapendo
di aver combattuto
contro il falso mito,
contro il sistema malato,
per lasciare
a chi verrà dopo
un mondo guarito.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Bruno Briasco il 20/01/2011 22:09
    mi sembra un po' pessimistica ma se la vivi così... Sii più positivo con la vita. BB
  • Maurizio Lombardi il 28/05/2008 21:24
    ma infatti non pretendo di risolverlo con la mia poesia il problema, La Spada Alberto, magari si potesse! Ho solo espresso la mia idea riguardo la società e la nostra condizione in essa, esortando alla liberazione come ho spiegato prima. Comunque ringrazio anche te per la critica, grazie per avermi aiutato a migliorarmi.
  • Ugo Mastrogiovanni il 28/05/2008 18:51
    Grazie a te per il chiarimento.
  • Anonimo il 28/05/2008 18:32
    si, è vero quello k dice mastrogiovanni... condivido anke le tue idee sulla politica, ma nn è osservando un problema ke qst viene risolto! un po' d'ottimismo, genio incompreso!!!
  • Maurizio Lombardi il 28/05/2008 13:44
    Secondo me non l'hai interpretato a fondo il senso della poesia se dici che è troppo pessimistica. Non credo di esagerare dicendo che di fatto chi ci governa cerca di mantenerci nell'ignoranza per poterci far credere quello che vuole: ecco che quindi la televisione in particolare ci propina continuamente falsi miti, crea casi mediatici per distogliere l'interesse dalle questioni veramente importanti. Per questo ho intitolato la poesia "Inno alla vita", perchè di fatto è un'esortazione a liberarsi da questa forma di controllo indiretto di cui siamo vittime. Comunque grazie per le critiche, anche sulle altre poesie, sono quelle che aiutano a migliorare
  • Ugo Mastrogiovanni il 28/05/2008 12:13
    Pessimismo alquanto esagerato ma, ritengo coraggiosa l'iniziativa di affrontare l'argomento in versi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0