PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

ad Ayrton Senna, mio idolo

... era Maggio.
Una giornata radiosa.
Il vento,
amico leggero,
mi faceva compagnia.
Prima di quella curva,
balla come il si di una donna,
ero sereno,
sicuro,
come un pilota,
vestito di paura,
può esserlo.
E pensavo.
Pensavo a com'era bella la mia vita
in groppa alla velocità,
sempre con i limiti più in là,
con il rischio come amico di sempre.
E poi quella curva:
il muretto sempre più vicino,
il buio sempre più luminoso.
So che ho chiuso gli occhi,
e con l'anima ho sorriso.
Ho chiuso gli occhi,
in un attimo ho capito che il vincitore
è solo.
Solo come un perdente.
Ho chiuso gli occhi,
l'ultima cosa che ho fatto...
rimbalzando ancoraun po'...
ora riposo.
Cerco sempre il vento in faccia,
anche qui...
Mi chiamo Ayrton,
piloto ancora la mia libertà.
Mi chiamo Senna,
e sono ancora vivo.
Per tutti vivo ancora,
anche se ho chiuso gli occhi...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 13/01/2015 18:28
    Al fascino sportivo di Senna non si resisteva proprio. Con Villeneuve lo ritengo l'ultimo poeta della formula uno, quella fatta di reale voglia di rischiare e di non staccare mai il pedale dall'acceleratore sfidandosi continuamente, conoscendo anche le possibili conseguenze mortali. In questo ho sempre amato Ayrton contrapponendolo al freddo e calcolatore Alain Prost. Questo componimento si accosta degnamente al bell'omaggio al fuoriclasse brasileiro fatto, su testo e musica dell'attore Paolo Montevecchi, dal compianto Lucio Dalla. Sì, Ayrton corre anche ora laddove non ci sono piloti nè bandiere nè sigarette e birre che pagano per continuare. E ci manca, tanto. Maledetto quel giorno di maggio che se lo è portato via per sempre. Ma non, per fortuna, dai cuori di chi ha amato in lui l'uomo e il campione. Ciao.

12 commenti:

  • max22 - il 17/08/2009 00:52
    M. Vittoria ti ringrazio... si un grande pilota.
    Max
  • M. Vittoria De Nuccio il 16/08/2009 23:46
    Dedica dovuta ad un grande pilota.
  • max22 - il 26/06/2009 08:15
    Debora, Giuseppe vi ringrazio e mi scuso per il mio imperdonabile ritardo.
    Max
  • Giuseppe Bellanca il 24/06/2009 11:45
    Ricordo la commozione di quel triste pomeriggio... è stato talmente grande che ha scelto anche il modo più triste per regarci la sua immortalità sportiva... peccato immagino le grandi sfide che ci sarebbero state con schummaker... non lo sapremo mai chi era più forte... grazie per il tuo ricordo max... molto bella... ciao
  • Debora Di Mo il 19/05/2009 13:26
    Da quel giorno non sono più riuscita a guardare una gran premio...
    Un omaggio ad un grandissimo!
    !
  • max22 - il 02/01/2009 10:07
    Vincenzo, Marilè, Giuliano, Orazio, Carlo vi ringrazio scusandomi del mio imperdonabile ritardo nel farlo.
    Max
  • Carlo Caredda il 01/11/2008 19:15
    Campione nella sua arte, sazio del suo sogno, regalava quel tanto di buono che aveva in eccesso alle persone che l'amavano. Coraggioso ed elegante. Ayrton é morto quando ero ancora all'elementari( non ricord l'anno) e ricordo una mia compagna che piangeva a dirotto. Simona che hai "é morto ayrton senna..." mi ricordo un mio abbraccio, forse il mio primo vero abbraccio di vero appoggio. E il pensiero del perché lei piangesse per una persona che non conosceva... lí ho capito quanto era grande Senna... Grande come il suo semplice sorriso... Brasiliano maestro nel far danzare una donna a quattro ruote.. Bellissimo quel che hai fatto max
  • orazio serra il 12/10/2008 19:00
    Giusto Omaggio ad un grande Pilota e Grande Uomo!
    Ayrton è sempre con noi!
  • giuliano paolini il 01/06/2008 09:54
    anch'io volevo bene ad ayrton che sapeva vincere ed entusiasmare un po' mi ha deluso venire a conoscenza del fatto che la notte prima di morire avesse avuto un brutto presentimento e che raccontandolo alla fidanzata avesse detto che "ho sognato di morire ho paura ma sono senna e non posso far vedere che non partecipo alla corsa per paura" mi e' sembrato un gesto un po' stupido detto questo rimane nel mio cuore come il più grande che ho avuto occasione di vedere sulle piste.
  • Vincenzo Capitanucci il 28/05/2008 10:34
    Un grande Campione.. un giusto omaggio... alla sua immortalità... comunque stai pilotando bene... anche te stesso...

    Complimenti...
    v

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0