PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un pesce asimmetrico: l’Achirus lineatus e la logica di un omicidio di massa

qualche giorno fa
ho cucinato un pesce.
ne avrò cucinati centinaia..
lo stavo spinando
come tutte le altre volte,
questa volta però man mano
che la sua grigia pelle
scivolava
sulla bianca carne
al suo interno scopriva
un sacco arancione.
ho pensato fosse un parassita,
poi la curiosità
mi ha spinto ad affondarci
dentro un affilato coltello
e migliaia di piccolissime uova
sono traboccate fuori
da quella sottile membrana,
riversandosi
sul mio piatto,
lasciandomi stupefatta.
se rimanessi con me
forse sarebbe meno desolante.
chi siamo noi
per commettere tale
crudeltà?
mangiandolo pensavo
"cos'è, un pasto
o omicidio di massa?"

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0