username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Alle 8 del mattino

Litri di shampoo,
rivoli di sapone intimo,
fiumi di deodoranti,
cascate di profumi,
capelli scintillanti,
tette esaltate
culetti vibranti,
pantaloni incollati
stivaletti anche se fa caldo,
un filo di rossetto
alcune con le unghie viola…
sono le ragazze
che affollano le strade,
alle 8 del mattino.
Io le guardo, le annuso,
faccio radiografie,
cerco di leggere dai volti
i loro pensieri,
i loro sogni;
capisco chi è sicura di sè
e chi invece si sente fuscello,
chi è già “donna”
e chi è ancora “bambina”.
Ah, le mie piccole pulci,
che vanno a scuola
piene di paure e d’incertezze,
che non sanno cosa
il destino riserverà loro;
ed io le guardo, e sorrido,
e i ricordi di scuola
escono prepotenti dal cuore,
Anna, Sara, Susy…
come siete adesso?
La vita che vi ha dato?
In cosa vi ha trasformato?
Io, sono ancora come allora,
io, sì, sono sempre Gilduca
magari oggi ho i reumatismi
ma sì, sono ancora Gilduca;
grazie compagne d’allora,
grazie, compagne d’oggi!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Riccardo Brumana il 09/09/2008 21:54
    una poesia di quelle che nascono solo con l'esperienza di vivere. piaciuta.
  • STELLA BRUNO il 22/07/2008 15:19
    I RICORDI DI IERI ESPRESSI CON RAMMARICO E SINCERITA' FANNO EMERGERE LA TUA SENSIBILITA'. CIAO.
  • Anonimo il 09/06/2008 09:55
    Che bella!!!
    Una dedica alla femminilità...
    Bravissimo, come sempre!!!
  • Giuseppina Liguori il 06/06/2008 12:59
    bella questa poesia, rispecchia benissimo le ragazze di oggi che passano ore per prepararsi davanti ad uno specchio. Sono tentativi spregati visto che oggi è la donna che caccia l'uomo. Bravo e spero di rileggerti
  • Anonimo il 03/06/2008 11:14
    Compagne per sempre e vale la stessa cosa per i compagni. Bella, ma non sono come allora, grazie al Cielo. nel
  • Maria Lupo il 03/06/2008 00:29
    Non sapevo che fossi così impegnato a scrivere! Quella del bidello mi è piaciuta meno, questa come la prima mi sembra molto delicata e ricca nella rappresentazione, anche di più anzi. Ripeto, mi risveglia la nostalgia delle mie alunne e dei miei alunni e di quel senso di compartecipazione che avvertivo quando li vedevo fuori della scuola... prima che cominciassero a farmi arrabbiare...
  • Anonimo il 01/06/2008 23:38
    Bello osservare atteggiamenti e pensieri celati della bella gioventù...
    un po' ci riporta indietro...
    come dici nella tua poesia...
    ricordi che escono prepotentemente dal cuore...
    mi piace il tuo osservare..
    un abbraccio Gigi
    Angelica
  • Cinzia Gargiulo il 01/06/2008 11:47
    Oggi vedo che ti sei soffermato molto sul tema studentesse, nostalgia dei bei tempi?
    Bella anche questa.
    Un :bacio:
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 01/06/2008 11:24
    molto carina questo flach back in ricordi passati
  • giuliano paolini il 01/06/2008 08:43
    gradevole omaggio alle magie senza tempo che per noi ometti si manifestano in gradevoli visioni

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0