username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Figli

Infanzia violata,
infanzia abbandonata,
infanzia straziata,
tutti i figli sono... i nostri figli.

Infanzia distrutta,
infanzia affamata,
infanzia reietta,
questi sono i nostri figli.

Padri... noi tutti,
madri... voi tutte,
abbiamo un fardello pesante,
tutti i figli del mondo,

sono i nostri figli,
bimbi soli, bimbi dispersi,
bimbi tristi, bimbi scomparsi,
dolore immenso per questi figli.

Mai mano così tremenda dovria toccarli,
sono carne di tua carne,
il sangue che ogni giorno scorre,
è di tutti i nostri figli.

dolore infinito per corpi mai trovati,
dolore acceso per corpi dilaniati
da uomini senza cuore,
a loro volta figli di nessuno.

Esseri fragili, indifesi, pieni d'amore
da offrire senza condizione alcuna,
profonda condanna per chi nel cuore ha solo pietre,
atto sacrilego il loro,

di chi si macchia per simili crimini,
non v'è perdono alcuno
per chi cancella vite inermi,
perchè son tutti nostri figli.

Infanzia tradita,
infanzia condannata,
infanzia tutta, Dio solo sa la mia sofferenza per voi,
vi amo perchè siete... tutti figli miei.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 01/06/2008 23:41
    Marurizio, mi associo a questo tuo urlo disperato...
    Un 'infanzia derubata di figli anche nostri...
    Più rispetto per i bimbi...
    il dolore dei bambini, rovina il mondo... perchè il distorto vissuto si trascina da adulti, procurando gravi mancanze...
    Un abbraccio Maurizio
    Angelica
  • giuliano paolini il 01/06/2008 09:27
    ho riflettuto su un concetto vicino legato alla identita' e sono giunto alla conclusione che a un certo punto della vita quando la paura fa spazio alla consapevolezza esiste il tempo e lo spazio per costruire la nostra vera identita' che possa essere cosi' per tutti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0