username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Passaggio

Strade percorse verso il nulla,
letto di fiume che mi consegni al mare
ad abbracciare l'incerto.
Chi fermerà la mia corsa
incontro al baratro,
quali braccia troverò protese
a rallentare la mia caduta?
Intanto fischia il vento
alle mie spalle
e mi spinge in avanti
inesorabile il tempo.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • giuliano paolini il 01/06/2008 09:00
    il nulla e' la meta l'incerto la nostra unica certezza e quindi che il viaggio sia il più incerto possibile che' possiamo godere di tutte le possibili variabili che infioriscono il cammino e buona passeggiata che possa avvenire al tuo ritmo
    che e' l'unica componente che ci appartiene fare i passi al nostro ritmo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0