accedi   |   crea nuovo account

Critica alla società

La nera tromba squilla
Agli albori dalla sua ampia tuba
L’onda avvolge la cariatide morente
Nel ventre materno

E una vergine è incuriosita
Da ciò che in lei
Deve ancora avvenire

Suonan le trombe alla morte del re
Sparan i cannoni alla testa di un uomo comune
Ma nessuna nota semina pietà

Una lacrima per ogni telefono rotto
La nostra terra malata
Bagnata solo dalla pioggia

Per ogni uomo che piange
C’è un uomo che ride
Per un uomo che ride
Mille voci tremano

Ad ogni fiore raccolto da un uomo
Un intero campo sta per essere calpestato

Ogni bruco diventa larva
Ogni larva diventa farfalla
Ogni farfalla è pronta a morire

Un uccello può volare
Ma con un ala spezzata
Precipita alla gola del lupo

Se un uomo spara può essere condannato
Ma un uomo per bene sa solo giudicare.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Andrea il 25/08/2012 08:18
    "un uccello può volare/ma con l'ala spezzata/precipita alla gola del lupo" ... apprezzo molto tutta la poesia, ma questa terzina mi ha letteralmente stregato
  • giuliano paolini il 02/06/2008 09:48
    credo che un uomo per bene non conosca il valore del giudicare poiche' e' troppo impegnato a vivere che e' la cosa più importante che e' chiamato a fare un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0