username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Emanuele

Le cose che non vedi sono cosi,
rimangono sullo sfondo a guardarti.
Rimangono.
Le cose che non vedi continuano a muoverti i giorni e i pensieri.
sguardi che non possono arrivarsi
luoghi dove è difficile sentire.
Tra i mille e leggeri vorrei degli anni e i pesanti potessi e dovrei mi sfugge la gente dalle mani e con lei il tempo che è breve.
Oggi va cosi aspetto che la luce porti visione dove il buio è sovrano.
Aspetto e spero altre albe, altre mattine.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • teresa... il 27/08/2011 16:57
    molto molto bella semplice così come piace a me.
  • Dora Forino il 25/06/2011 19:45
    Versi liberi per descrivere luoghi, persone, e il tempo che incide tanto sugli umori.
    Oggi va cosi, aspetto che la luce porti visione dove il buio è sovrano.
    Aspetto e spero altre albe, altre mattine di luce.
    Molto gradita!
  • Mary Ceraulo il 20/12/2008 02:24
    Veramente bella e profonda... complimenti..
    _Mary_
  • laura cuppone il 21/11/2008 22:37
    bella e profonda la tua introspezione...
    ci sono cose...

    ciao Emanuele
    Laura
  • Anonimo il 30/06/2008 12:50
    C'è sempre un'altra alba chiara dopo il buio sovrano.
    nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0