PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'opera del pupo

N. d. A. per alcuni passaggi contenuti
si consiglia la lettura ad un pubblico adulto.
--------------------------------------------------------


All’opera del pupo
un solo spettatore
e mille mani a muovere i fili.
Il lunedì, la borsa ed un panino,
sale sul bus il pupo
e nel viaggio,
da saggio netta la mente da menzogne
per dare posto ad altre fino a venerdì.
Promiscue invenzioni di focose amanti,
eccellenti amici
col benedici di cene luculliane.
Il sabato sera entrano le amanti
sulla basica vagina della moglie
a guisa di veloce mano;
il pupo va lontano per pochi minuti…
L’unico spettatore
non si diverte affatto.
S’alza e va via sgustato
con l’ennesimo e unico biglietto.
Il pupo allora, prima della buio in magazzino
dell’ultimo atto dovrà essere
dovrà prendere visione;
non per volontà del Trascendente,
ma di preti che cantano le messe
col dente avvelenato del serpente.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0