username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tempi Nuovi

Sono Tempi nuovi
delle fragile vite nelle celle aperte
prosciugate della delicatezza
tremori invisibili
a scottare il vulcano senza ceneri

La porta aperta
Quanto basta per la liberta
stretto necessario.
Battersi per qualche muro
ha solo un senso l’insensato
Accoppiati anche i mattoni rossi.
L’aria scandisce il differente
Nessuno che abbia un volto
mano nella mano con l’amore schiavo,
automaticamente intelligenti
la nuova generazione d’oggi.

Il fumo vale più della fiamma
lo scarto segno della richezza
Alza il tuo seno per abbassare gli sguardi.
Guarda il cestino invece del frigo
Esiste un piano cretino
Per quale hanno scelto di morire.
Sotto il ventre l’insegna dell’arrivo
Sopra il ventre ce nebbia e maschere
Candeggiata la pelle e affilate le unghie
guarda con l’allerta e la smorfia
Chi concede e chi chiede
apparire per appartenere


Il resto resta in fila indiana
Devastati e strappati, linciati
Nessuna linea di fronte
Il nemico è amico con calze rotte indietro.
Noi usiamo le parole dimenticate
Noi siamo alla fine il resto

Esiste un piano cretino
Per ogni danza un premio.
Le rose profumano solo al desiderio
Tempi nuovi sono
di domande tipo
Uomo nero bene o male
Mortale diventata l’anima
brindi solo alla salute
Invece di spada il guerriero
alza la sua bandiera bianca.

Hanno fatto le valige
Salire un’altra generazione
La nave però non sarà mai in partenza
Il vento si fermerà
Il porto manipolerà il mare
naufragando lentamente
tutte le sue onde.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • lupoalato maria cannavacciuolo il 12/07/2008 23:31
    sai tocchi molti tasti in questa tua poesia e alla fine provochi molte domande nella testa. Mi piace perchè ti fa riflettere
  • Raju Kp il 16/06/2008 20:14
    x Laura Spero anche io nel risveglio della anima, senza che sia io o qualcuno controllarlo, spero il vento che viaggia ogni angolo di questa terra carezzi queste anime ;avevo anche io speranze nel cambio, perchè cosi la vità perche evolve e cambia, ma vedo spesso bambini che soffrono, e senza sorriso e allora penso a quel volcano senza ceneri, penso alle onde che battono su ogni riva, in cerca delle anime... SVEGLIA... ciao laura E grazie Rina del tuo passaggio, Non dare troppo importanza.. perche' noi siamo il resto... ciao
  • laura cuppone il 04/06/2008 23:53
    uomini in fila
    fanno tempi nuovi..
    li fanno anche uomini onoratti ridotti in schiavi d sè stessi dal fumo.. e non dal fuoco..
    é esattamente ciò
    che succede.. raju..
    sentirlo e vederlo nelle tue parole rende l'idea d'appartenenza
    ad un popolo, il tuo, che rispetto e ammiro da sempre...
    non c'è altra soluzione?
    credi che sarà il vulcano a scottarsi...?
    non posso crederlo se non in funzione di una evoluzione... o metamorfosi...
    qualcosa che cambierà tutto... a breve...
    dipende solo da noi, no?
    dal "viaggio"
    delle nostre..
    anime...

    un abbraccio raju..
    Laura
  • Raju Kp il 04/06/2008 22:08
    Dedicata alla domanda scritta sulla mia pagina di autore Uomo nero bene o male, e altre cose della vita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0