PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Parole d'un cane

Ti fisso con occhi pietosi
t'ero fedele ed ero amico,
sai per te anche la vita avrei dato
ora sono molto ammalato
il cuor mio spera venga da solo il mio momento
se ci sarai in quell'istante
sarei contento,
che tu nulla faccia per renderlo meno pesante
Ti guardo smarrito
mi sento tradito
poi sul mio corpo s'appoggia la tua mano
con tanto amore
ti lascerò coccolato dal tuo calore
L'essere umano spesso dice:un igniezione e basta dolore
sarai felice
potendo lui esprimersi a piena voce
nulla da il diritto dell'esser superiore
questo diritto lui se l'è dato
Quando in salute giocavo ti sei mai chiesto se soffrivo?
Ora invece mi fai morire perchè TU non vuoi vedermi soffrire

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Riccardo Brumana il 09/09/2008 12:44
    Ciao Daniela, la poesia è molto forte e penetra nell'animo.
    non vorrei passare per ciò che non sono, però ci tengo a dire che in alcuni casi, ho visto cani di sedici anni cechi per la vecchiaia e che invece di respirare emettono un continuo rantolo di dolore, "per lavoro giro molte case, ma questo è un'altro discorso" sono in condiziono che anche io al loro posto preferirei la morte anzichè quella lunga interminabile agonia. ebbene penso che il non sopprimerli "che in quei casi sarebbe un atto di pietà dovuto" ma continuare a farli vivere non sia un gesto d'amore o riconoscenza, ma solo di egoismo: "preferisco farti vivere le pene dell'inferno ma tu mi farai compagnia!"
    dalle tue parole comunque non mi sembra questo il caso, questa comunque è la mia idea.
  • Vincenzo Capitanucci il 22/06/2008 02:34
    Sublime... Mi sento tradito... pensavo che eri un Dio... cosa hai capito di me... e adesso mi fai morire.. per non soffrire... sarebbe bastato... una igniezione d'amore... ma tu non vuoi essere il mio Dio...
  • nicoletta spina il 05/06/2008 22:31
    Profondamente commovente, triste e sentita. Io ho un cane meraviglioso (lo puoi vedere nel mio profilo ) e spesso penso a quando verrà il momento che se ne andrà, e so che sarà dolorosissimo. Ma è un piacere ritrovarti... io ero rosaspina in "poesie del cuore", ricordi?
    Come allora tu... sei unica!
  • Elena Ballarin il 05/06/2008 16:44
    diamine, è tristissima... soprattutto l'ultima parte. interessante mettersi dal punto di vista di un cane in una critica pesante. complimenti davvero. è toccante.
  • Ugo Mastrogiovanni il 05/06/2008 08:53
    Esclusivo, inusuale e toccante l’argomento, delicati i versi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0