PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

'Na jurnata 'e primmavera

Te sentarraie 'e tremmà,
nu turmiento int’ ‘a ‘sti braccia,
e pensarraie a mammà,
sarrà 'nfosa chella faccia.

Dimane 'o suonno tuojo
sarrà assaje cchiù scunsulato
pecchè pe' nu ricordo
chiagnarraie abbandunato.

Ma 'a vita nun è sulo patimento,
è alleria,
è sentimento!

E se t'avess' 'a capità,
'na brutta sera,
'e maledicere
chella jurnata 'e primmavera,
nun t' 'o scurdà
ca mamma toja
sta dint' 'a te,
pe' te da' gioia.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 20/09/2013 09:18
    Apprezzata questa tua... complimenti..

2 commenti:

  • Anna G. Mormina il 10/06/2008 18:43
    ... ca mamma toja sta dint' 'a te, pe' te da' gioia...
    È proprio vero, le mamme ci sono sempre vicine, e anche se non possiamo vederle, dentro le sentiamo e quanta gioia ancora ci danno!!!
    È proprio una bellissima poesia dialettale, complimenti Giulio!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0