PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La voce del cuore

E come neve al sole
i giorni si scioglievano
mentre camminavamo
come fresche viole,
la nostra primavera
durò solo una sera
non venne mai mattino
e tu non eri più a me vicino.
Grido di notte il nome
mi chiedo quando e come:
la vita mi ha lasciata
amareggiata
quando da un giorno
all'altro mi hai lasciata,
non sento ormai più niente
il mio futuro è assente,
grido ti chiamo e invano:
ascolto il tuo richiamo,
cammino senza meta
e la mia vita arretra.
Parlami ancora cuore
dimmi dov'è sepolto
il mio amore,
fammi ascoltar la voce
anche se tutto questo
è la mia croce:
e dalla fredda tomba
la voce del tuo cuore
a me rimbomba.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Sergio Fravolini il 16/10/2010 12:21
    L'estremo richiamo che uccide! Molto bella.

    Sergio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0