username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Spirito nel volto celeste

Passano i tramonti
e sublime ruota la luna,
nell’abitudine celeste
del corpo mio.

Scuoto il vento
tra le dune sabbiose
nella primavera del castoro
che lesto spacca il legno,
pensando a te seduto
all’arco del celebre soffio
che solleticando sbatte
nel dondolìo del pescatore.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Maria Lupo il 11/06/2008 01:27
    un po' diversa dalle altre... sempre molto musicale ma più misteriosa e ricca di simboli
  • Anonimo il 10/06/2008 00:42
    molto bella. sapori di nostalgia e di pura pazienza, l'arcobaleno è speranza, il tempo passa, ma deve passare, basta solo aspettare. ciao Sara un bacio salva.
  • Anonimo il 09/06/2008 13:41
    Sento questo scuotere del tuo vento, mi arriva fresco, in questa giornata di gioia, in cui vorrei essere castoro, anche per non consumare la catena della sega con la quale preparo la legna per scaldarti il prossimo inverno. Bella Saretta e bella questa chicca.
    Un abbraccio. nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0