accedi   |   crea nuovo account

filo di rasoio

chi sei?
se rispondi
un insegnante
o un passante
o forse un uomo
probabilmente
hai mancato
l'incontro.
volano felici le gazze ladre
sulle note di Rossini
a ripulire coi becchi gialli
le case degli uomini
e lasciano spogli scheletri
con la gente abbarbicata
c'e' sempre una maniglia
e l'ombra
che si riflette
e' gia' mezza aperta
chi ha osato
osare?

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Leonardo Colombi il 09/06/2008 22:44
    Ciao! Ho letto questo tuo testo ma... non mi ha convinto.
    Si legge veloce, scorrevole. Ha il pregio di annullare le distanze tra autore e lettore, risultando immediato quindi. Ma al contempo mi pare poco poetico, troppo diretto. Secondo me è buona la parte centrale e finale, da rivedere l'inizio invece che suona più come un quiz o un indovinello che come una lirica.
    Ovviamente, a mio avviso.
    Occhio poi ad una "s" ribelle dopo "Rossini".
    Quanto al contenuto infine, sinceramente, non ho ben compreso a cosa si riferisca. Ma forse sta anche in questo il fascino del testo
  • Anonimo il 09/06/2008 21:53
    Di solito passo, ti leggo, ma non commento perchè sono incapace di dire un banale convenevole e, ahimè, il più delle volte, potrei esprimere solo l'apprezzamento per la musicalità o l'eleganza di un passaggio. Per limite mio s'intende. Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0