username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'ombra della città.

Vivo in una città
costellata di piccoli portoni,

dove i tabaccai pretendono
di conoscerti,

dove le campane oscurano
il sole,

dove ogni incavo porta il peso di
un nomignolo e

le scale ti fanno salire
solo per poco.

 

0
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Serena il 27/08/2012 10:05
    È la descrizione di ogni piccola città. Bella poesia

7 commenti:

  • Anonimo il 16/11/2009 23:31
    Ma! Non è come diceva Gaber! È ?
  • Maria Lupo il 07/07/2008 00:28
    Ritorna questo senso della chiusura in limiti angusti, in un certo senso però valorizzati dai tuoi versi. Questa mi è piaciuta particolarmente
  • Massimiliano Colucci il 30/06/2008 20:28
    Affascinante. Una successione di immagini che evocano e parlano. Il finale è perfetto. Grazie.
  • bernardo gentile il 24/06/2008 21:08
    Malinconica ma sommessamente fascinosa.
  • Diana Moretti il 15/06/2008 13:24
    È un classico quello che vede i cittadini di paesi invidiare le metropoli e viceversa grazie delle tue parole salvatore.. Dia
  • Anonimo il 11/06/2008 22:25
    che bello vivere in una città dove si conosce tutti, l'armonia del solito tran tran può dar fastidio ma alcune volte distoglie dalla vita interiore, da ciò che si forma nella mente in bene o in male, a me manca tanto una città paese, anche perchè ho vissuto in una metropoli dove il lattaio o il droghiere ti apprezza solo se gli porti soldi. carissima Dia tutto è poesia ma la città che tu vivi per me è stupenda, è una bella poesia, grazie per i tuoi commenti, mi sono molto graditi Salva, ciao a rileggerci.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0