accedi   |   crea nuovo account

Notte

Notte, mia cara amica, amante mia.
Mi culli nel tuo grembo, mi sollazzi.
Mi sussurri canzoni e versi pazzi,
schiudi la gabbia della mia fantasia.
Stendi il tuo manto silenzioso e scuro
sulla mia mente stanca, si che le pene,
diventano giganti seduti sul mio petto.

Poi ci sono i ricordi, vecchi briganti,
brulicanti vermi del mio corpo disteso,
dolorosamente si incarnano o diventan farfallle.
Il sonno arriva, e prova è della morte,
che mi sottrae da tutto il vorticare,
dei pensieri e le angosce, dalle poesie,
e mi conduce a sogni sempre corti.

Mi sveglio e non trovo più giganti
ne i sogni, ne te, mia cara notte.
Mi riconsegni al mondo, alle sue lotte,
alle sue gioie fugaci, ai suoi tormenti,
al viver senza senso e direzioni,
a questo correr d'intorno senza freni.

E mi ritrovo una canzone d'amore,
scritta dalle mie mani e stropicciata,
intingendo la penna al mio dolore.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • GUIDO MOROSI il 29/05/2011 10:55
    eh si, c'e' sempre meno tempo per scrivere, per sognare, per il dimenarsi dei pensieri, perdersi nelle voglie, nelle nostalgie, nei voli... la vita quotidiana, il tramtram ci riassorbe tutti e ritorniamo robots automatizzati almeno temporaneamente prima di riaffondare nei sogni notturni! bella
  • Patrizia Cremona il 29/06/2008 23:30
    Notte.. e' l'eterno che viaggia nei sogni.. la fantasia che risveglia la mente..
    ombre nascoste di malinconia ricopre l'immagine del mondo.
    molto bella, complimenti!
  • Anonimo il 22/06/2008 01:58
    La notte è anche amica mia...
    bella, complimenti
    amo la notte i suoi silenzi sordi, i suoi colori stinti...
    Ciao
    Angelica
  • Pablo X il 22/06/2008 00:51
    Grazie per i lusinghieri commenti, in realtà la notte e madre delle mie poesie, scritte tutte nel letto in una vecchia agenda
  • Vincenzo Capitanucci il 14/06/2008 12:55
    Mia cara Amica Amante mia.. ti scrivo.. una canzone d'amore... in versi pazzi.. intingendo.. in un inchiostro rosso sangue... la penna di dolore..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0