PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Piccolo infinitamente

Come brillano le stelle…
Quanto mi sono vicine!
Sento di poter legare il
cielo alle mie membra,
sento la presa
d’un sol colpo!
Gli alberi parlano
e le verdi chiome fronde accarezzo:
la Natura è quanto di più simile a dio.

 

2
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • sabrina balbinetti il 27/08/2008 00:09
    bisogna apprezzare la naura fin quando ce n'è,,,, come hai fatto tu,,,, fino all'ultima fronda!
  • Vincenzo Capitanucci il 20/06/2008 00:23
    L'altro giorno grattandomi la testa... ho toccato le stelle... assoluta mente
  • gianni cosentino il 16/06/2008 16:41
    mi fa piacere che la pensiamo al medesimo modo...

    vi bacio col cuore
    a rileggerci
  • Annamaria Ribuk il 16/06/2008 09:58
    ... la natura è Dio! Ann
  • laura cuppone il 16/06/2008 00:42
    Dio é la Natura...
    anche..
    i suoi profumi sono inconfondibili...
    ciao
    Laura
  • Anonimo il 15/06/2008 23:20
    vero Gianni condivido l'ultimo rigo. ciao salva

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0