PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nebbia

Soli nella nebbia
Invisibili ai nostri occhi
Vicini i cuori nei ritrovati sensi

 

4
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 28/12/2013 08:34
    Apprezzata, complimenti.
  • Enrico Ravetta il 25/04/2012 23:35
    La nebbia è la più peregrina delle parole, è sia il limite leopardiano della "siepe" che, escludendoci parte dell'orizzonte, ci costringe ad immaginare sia il caldo muro pascoliano che ci protegge da quell'angosciante e mostruoso mondo lontano dalla nostra comprensione che, distruggendo ed imbruttendo l'uomo lo trasforma in automa. In questa nebbia, statica, densa, lattiginosa, noi dove siamo? Con chi siamo? Siamo soli, persi in una dimensione di atemporalità, inestesa, addormentata; l'unica cosa che conta è il cuore. Il cuore, con quella sua strana forza magnetica, è incontrollabile, forte nel male e nel bene, e come un timoniere esperto ci guida nella fitta inconsapevolezza della vita. Cadiamo e lui ci tira in piedi, voliamo troppo alti e lui ci fa precipitare. Molto piaciuta!

4 commenti:

  • Anonimo il 03/06/2011 21:18
    Oscurato????
  • Elena Ballarin il 03/07/2008 21:49
    adoro la nebbia come immagine poetica. mi piace soprattutto come l'hai resa.
  • Anonimo il 16/06/2008 12:29
    Mai soli né nella nebbia né, tanto meno, alla luce del sole.
    Vicini di cuori nel continuo perdersi e ritrovarsi all'infinito.
    nel(ly)
  • laura cuppone il 16/06/2008 00:39
    elegante e intensa..
    piaciuta!
    ciao Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0