accedi   |   crea nuovo account

Cantico dei Solitari

Non è il sangue con cui ci sazieremo
Non è la notte in cui ci glorieremo
Non la vittoria non la sconfitta
Ma’ l duce ceco che immerga il remo
Nel Lete alla ricerca della verità etere
Scelga la riva non viva, alla tenebra ritta
Verso la dolce sonnolenza indotta dal genere
Di pensiero che uccide la vita e che pitta
L’ imago d’ una lotta, col siero, fra l’ Amore e l’ invitta Sera

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 28/10/2008 21:53
    Ermetica ma gradevole.
  • Rinaldo Pauselli il 28/10/2008 20:49
    scusa se non raccolgo la sfida, è passato molto tempo e non sono più quello di prima... di me restano le nozioni metriche ma il poeta ermetico che avevo in me da tempo non parla perchè sta cambiando e non sa più bene chi sia e come debba guardare il mondo. non canto più la mia sofferenza ma la vivo e con essa nutro un vuoto che non comprendo che alimenta una sorta di rabbia sopita da tempo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0