accedi   |   crea nuovo account

sentimenti dozzinali

anche giugno è arrivato bussando alla mia finestra.
avrei voluto lasciarlo fuori,
ma non ho potuto fare a meno di farlo entrare.
è stato più forte di me.
anche se avrei voluto che il tempo si fermasse
in una dolce notte di maggio,
con i tulipani in fiore, che a giugno
o giù di lì appassiranno.

per un solo minuto mi sono persa,
per un minuto soltanto.
mi sono crogiolata in quella felicità
illusoria.

In sentimenti
dozzinali
ed emozioni
filtrate
dai propri
interessi

ma subito, tutto è sfumato,
scivolando
come liquido amniotico
su un'impermeabile
barella di ospedale.

in un fuggente scenario immaginato da osservare,
cercherò un riflesso iridescente che m'incanti
con tutta la sua meraviglia.

forse non è giusto dimenticare le tenebre che
mi vagano attorno, perchè puntuali, saran sempre protagoniste.

ma distogliere lo sguardo talvolta è indispensabile delizia.
mi cullo nel unico raggio di luce,
in infinito oblio di tenebre.

ed è dolce quanto il tuo sguardo.
-felino-

vorrei poterti far leccare più a fondo,
ma diffido di me,
temendo un tuo brusco risveglio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • c m il 26/06/2008 15:39
    ahahahahah. addirittura?!
    e io che non mi consideravo neanche poetessa con la p minuscola.
    ti ringrazio comunque barbara.
    buonagiornata
  • c m il 19/06/2008 00:02
    mi lusinga
    ti ringrazio molto
  • c m il 18/06/2008 23:04
    grazie mille.. complimento molto apprezzato

    i sentimenti, dozzinali invece perchè:

    c'è una parte del cervello che si chiama ipotalamo ed è come una piccola fabbrica. è un luogo dove vengono assemblate le sostanze chimiche che danno vita alle emozioni che sperimentiamo. tali sostanze sono delle proteine chiamate peptidi. sono piccole sequenze di aminoacidi. fondamentalmente, il corpo è unaunità di carbonio che si struttura fisicamente fabbricando 20 diversi aminoacidi. il corpo produce proteine e l'ipotalamo ne elabora alcune piccole sequenze, chiamate neuropeptidi o neuroormoni, che producono gli stati emozionali.
    così ci sono sostanze chimiche per il dispiacere e la tristezza e ci sono sostanze chimiche per la vittimizzazione. ci sono sostanze chimiche per la lussuria e perogni altro stato emozionale. pertanto se sperimentiamo uno stato emozionale è perchè l'ipotalamo ha prodotto i corrispondenti peptidi e li ha liberati nel sangue grazie alla ghiandola pituitaria. dopo esser stati messi nel sangue, raggiungono le varie parti del corpo reagendo con le cellule per mezzo di recettori esterni.

    il che è un po' cinico, ma terribilmente vero.
  • c m il 18/06/2008 19:40
    lambro ti ringrazio. non voleva essere struggente, forse sfuggente, in frasi sottointese ed impliciti messaggi.
    ma forse anche in quello manca qualcosa
    io sono speranzosa che c'arriverò..
    buonaserata
  • laura cuppone il 16/06/2008 23:35
    la volta buona..
    l'occasione..
    che tra dozzine e dozzine
    l'unità si trovi
    o la doppiezza che si compensa..
    l'"errore" di quel minuto diviene
    fantasma vagante,
    parte di te
    in ogni caso..
    la speranza a volte sorprende.. ha uno strano volto..
    forse si é svegli solo nel sonno... non credi?
    ciao c. m.
    Laura
  • Vincenzo Capitanucci il 16/06/2008 21:01
    Bellissima... mi cullo nel unico raggio di Sole... vorrei potermi far baciare fino in fondo... per un brusco risveglio.. di Vita-Amore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0