accedi   |   crea nuovo account

Mi perdo nell'infinito

Tu non sei il mio Dio,
io mi perdo in te,
ma non mi appartieni,
non sei mio,
non cammini lungo i miei sentieri
non giustifichi ogni mia azione
solo perché è mia.
Scopro ogni giorno che non Ti posseggo.
Eppure Ti sento in me
più mio di me stessa.

 

1
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 09/01/2013 06:51
    Un viaggio all'interno del proprio io, alla ricerca di qualcosa d'indefinito.

5 commenti:

  • Antonio Balia il 23/05/2013 10:23
    Silenzioso e fedele compagno di viaggio che senti e non lo vedi, che vedi e non lo senti: con i dubbi e le certezze conseguenti...
  • Sandrino Aquilani il 05/01/2010 14:47
    ... e nell'infinito ci si può ritrovare.
  • Ugo Mastrogiovanni il 23/12/2008 19:52
    Chi si perde in Dio ne conosce la migliore strada, quella tutta in salita, che porta immancabilmente a Lui ed è proprio per questo che Gli dedica una poesia.
  • Kiara Luna il 14/10/2008 17:31
    Non è Lui ad appartenerci ma siamo noi ad essere suoi.
    Un abbraccio.
  • Rosarita De Martino il 21/06/2008 20:08
    La fede è una continua sofferta ricerca di Dio, caratterizzata da improvvise folgorazioni seguita, a volte, da sconvolgenti ricadute nel dubbio.
    Un abbraccio Rosarita

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0