accedi   |   crea nuovo account

" Vite spezzate"

Sagome scure,
rumori ovattati
dal denso velo
filtrati.

Asfalto che scorre
tra pioggia e lampioni.
L'allegro vociare
dal puzzo di gin.

Il coro spavaldo
vai sorpassa
passiamo davanti.
Le urla,
lo schianto.

Vasco
ancora canta
Vita Spericolata
tra lamiere contorte!

Grumi di sangue,
lacrime amare,
e il vento che grida:
non mollare!

E l'eco degli Angeli,
in bianco camice:
non mollare!

Un sussurro
stringe
la mano Mia,
mentre la nebbia
mi porta via!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Ezio Grieco il 20/06/2008 00:20
    Ciao Vincenzo... hai messo in luce... i versi per me più... riusciti.
    Grazie
    clezio
  • Vincenzo Capitanucci il 19/06/2008 03:41
    Sublime sussurro.. fra echi di Angeli... grumi di sngue... non mollare..
  • Ezio Grieco il 18/06/2008 00:36
    Ciao patrizia, forse intendevi commentare qualche altro post; comunque ti ringrazio. Il commento lasciato vuol dire che almeno l'attenzione... l'ho catturata.
    clezio
  • Ezio Grieco il 18/06/2008 00:32
    Ciao Caterina, grazie; sono contento che ti sia piaciuta.
    clezio
  • Ezio Grieco il 18/06/2008 00:31
    Ciao Marilena, grazie del commento, bello e centrato.
    clezio
  • Ezio Grieco il 18/06/2008 00:30
    Ciao agnese, grazie del commento; è vero, bisognerebbe che i giovani pensassero un attimo prima di avventurarsi in serate da... sballo che possono finire in tragedie
  • Patrizia Cremona il 17/06/2008 22:02
    Bella, delicata circonda ricordi soavi... complimenti!
  • agnese perrone il 17/06/2008 11:59
    l'euforia di un momento e poi... belle e drammatiche parole
    che fanno pensare... la vita è un bene prezioso che non và gettato...
    bravo, ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0