PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nulla

Noi siamo fatti di nulla e come il nulla non abbiamo dimensione.
Il vuoto profondo, oscuro,
il vuoto come dimensione dell’astratto.
Percezione dell’impossibile,
forse dello spirito, unico compagno del nulla.
Sensazioni svuotate dal tempo.
Il tempo, unica dimensione che ci segue.
Un’ombra come identità,
l’unica fedele, ci segue fino alla morte.
Un’ombra fedele, compagna unica,
intrecciata a noi nello spazio tombale.
Siamo fatti di nulla eppure
percorriamo invisibili sentieri disorientati.
Il percorso dalla logica esistenziale.
Oltre l’ombra il nulla.
Traccia inesistente della nostra vita,
un riflesso nello specchio dell’impossibile.
L’immaginario, unica realtà di giochi colorati,
come uno sfondo dilatato.
Mai sapremo d’aver cavalcato la vita o la morte,
mai percezioni illuminate.
Il vuoto profondo, oscuro,
senza coscienza, senza amore, senza spirito.
Forse l’anima, dimensione vera e sconosciuta,
l’anima oltre la vita e la morte.
Fiamma immaginaria
del percorso luminescente di chiarore senz' ombre.
Silenziosamente usciamo dallo spazio costretto...
entriamo nell’infinito immenso.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 08/06/2011 21:56
    Non so, ma la poesia, abbastanza "meccanicistica", fa molto pensare. In effetti viaggiamo nel nulla perchè anche il tempo è infinito e non si sa quale sia l'inizio e quale la fine. La riflessione finale porta tutti alle stesse conclusioni. Una traccia "fumosa" di noi è l'anima. Una dimensione creata forse dalla paura della morte e dalla credenza (possibilità che la vita possa proseguire nel "nulla" di poter continuare ad esistere quando non ci saremo più!
  • vito proscia il 23/05/2010 16:10
    molto bella, davvero.
    i miei comlimenti
  • Patrizia Cremona il 17/06/2008 22:16
    Cammino irreale, poesia molto profonda esprime riflessi stellari...
    vicino al mio stile amo il surreale mi appartiene, versi inaspettati
    in un cielo che ci prende... vince il silenzio su onde che bilanciano
    l'anima, il "nulla" salva noi poeti espressione che percorre nuvole
    bianche di poesia.
  • Annamaria Ribuk il 17/06/2008 21:42
    ... il nulla non può morire... bella! Ann
  • Anonimo il 17/06/2008 11:49
    Bellissima... e immortale nella consapevolezza del nulla di cui facciamo parte a pieno titolo divino.
    nel(ly)

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0