PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Elena

Elena piccina, rosea e rotonda,
Elena era la mia nipotina.
Elena aveva manine paffute.
Elena aveva risatine simili a cinguettare di ucccellini in attesa nel nido.
Elena aveva nel viso, il bianco splendore dei suoi unici due dentini.
Elena gattonava felice alla conquista delo spazio.
Elena si accoccolava tra le braccia come un tenero cucciolo, e ne aveva anche, il delizioso odore.
Elena vicina vicina al mio viso, si accendeva di luce il suo tenero sorriso, alla vista delle mie buffe smorfie.
Elena lontana lontana ormai, scelta come angelo per il paradiso.
Con Elena si e' spento anche il mio sorriso.
Elena, tendimi ancora le tue manine paffute, sorreggimi angioletto mio, mentre trascino questa mia stanca vita, con nel cuore una tristezza infinita.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Maria Lupo il 27/08/2008 01:30
    Non riuscirei a sopportare la morte di un nipotino... anche quella di bambini che non conosco mi sconvolge...
    Ma penso che sia un bene per te essere riuscita ad esprimere il tuo dolore scrivendo
  • luigi deluca il 25/08/2008 06:15
    non si può fare a meno di condividere, con tutto il calore possibile, questo tuo dolore lacerante, però, e lo so per esperienza diretta, se guardi in cielo, fra le stelle, quelle più lontane e discrete... troverai i suoi occhi che ti sorridono.
    un abbraccio
    gigi
  • Dolce Sorriso il 26/07/2008 17:07
    una lacrima ha percorso il mio viso.
    CON te nel dolore.
    Un abbraccio
  • Aedo il 25/07/2008 13:31
    La tua poesia è veramente toccante: ti senti stanca e avvilita, perché Elena non gioca più con te, tendendoti le sue manine. Ma ormai lei è un angelo e ti sarà vicino col suo spirito. E la vita riprende, l'amore provato non si arresta, ma si trasmette alle persone, con le quali continuiamo a stringere un profondo legame.
    Ciao
    Ignazio
  • VINCENZO ROCCIOLO il 25/07/2008 08:19
    Mi piace questo tuo modo di parlare delle persone a te vicine; ho letto la lettera a tuo padre, e ora questa dedicata alla tua nipotina Elena, volata in cielo molto presto. Sei piena di tenerezza e di amore per lei, e la sua perdita deve essere stato davvero un duro colpo per te.
    Ti abbraccio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0