accedi   |   crea nuovo account

Si è fatto tardi

Si è fatto tardi
Il sonno sulla riva del mare
È fuggito
Giocando con le onde assonnate
Mentre io sento
La voce della mia anima
E ascolto
le sue onde sconvolte…

Là, sull’altra riva del mare
Dorme la mia città vecchia
Con le luci spente
E con luci accese
Con i tetti bagnati dalla pioggia
Con i tetti dal sole arriso…

Quadro dipinto
Con sogni e ricordi
E tanta malinconia
La mia città
Più bella che nelle favole
Più bella che nella sua leggenda…

La mia gioventù
Là è rimasta
Adesso sono qui
Io e la mia
malinconia …

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 08/08/2009 00:07
    Struggente ricordo di quello che fu: casa, vita, giovinezza.
  • Aedo il 18/06/2008 17:11
    Bella, profonda poesia, ricca di immagini suggestive e riflessioni interiori.
    Ciao
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0