username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'ora delle visite

Lo trovavano all'ora delle visite,
seduto accanto alla finestra,
silenzioso ad osservare il cielo.
Entrato era per l'età sua,
fra coloro che in casa accedono
da sconosciuta porta.
Al rumor dei noti passi,
lento volgeva il viso, ed al veder
gli attesi cari, s'illuminava splendido un soriso.

Paziente ascoltava con l'assentir del capo,
il parlar dei figli.
In viso li osservava attento, come a voler
nella mente eternar con loro ogni momento.
Poi chiedeva... chiedeva... chiedeva ancora,
voleva ancor sapere, come se il parlar
lo dissetasse da bruciante e tormentosa arsura.
Fresca acqua di fonte, diveniva allor per lui,
ogni singola parola.
Trascorso veloce il tempo, penoso gli era
affrontar da loro il fisico distacco,
caldo era all'or l'abbraccio, e muta la parola.

Scesa è ormai la sera, dalle socchiuse imposte,
della luna tenue chiarore accede,
stanco ed insonne, nel letto posi, d'un tratto...
dal buio, improvvisa luce e calma voce... tu trasali e temi,
ma essa t'assicura.
Ora a te vicino scorgi, chi t'è stato ogn'ora accanto
chi ha lenito il tuo dolor,
chi ti ha sorretto nel faticoso andare.
Lui, con la sanguinante fronte, a te, ora tende
le sue forate mani, e con amor ti dice:
" Tranquillo dormi, tu con me sarai domani. "

Si dice... io non che l'abbia visto,
che lo trovarono morto una mattina,
era come addormentato... sorrideva,
e nella mano frà le dita stretta,
una vecchia foto ormai ingiallita,
c'èra un uomo, una giovane donna,
due bambini a lui abbracciati,
dietro una dedica e sotto... che Dio vi benedica.


Una voce nel corridoio, sempre per sentito dire, ha poi gridato:
"Dottooo... il letto della trentatre s'è liberato".
In conclusione, se per caso qualcuno,
in cio' che ho detto s'è riconosciuto,
gli  chiedo scusa, ma a me il fatto è stato raccontato.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • giorgio giorgi il 31/12/2012 16:25
    Hai trovato un nuovo lettore. Mi piace quello che scrivi (anche se talvolta analisi di una realtà amara) e come lo scrivi.
    Complimenti.
  • sara rota il 26/08/2008 07:29
    Piaciutissima... con una punta d'ironia che non guasta.
  • VINCENZO ROCCIOLO il 25/07/2008 08:37
    Meravigliosa poesia, piena di contenuti che fanno riflettere, e scritta molto bene. Sei veramente un poeta, Bruno.
  • Cinzia Gargiulo il 29/06/2008 23:45
    Bella, triste e ahimè reale!
    Scrivi veramente bene Bruno, complimenti!
  • augusto villa il 18/06/2008 15:48
    Molto molto bella... porta a riflessioni profonde che inevitabilmente mettono in discussione il nostro modo di vivere la vita... Sempre più incentrati da impegni fatti "d'aria fritta"... Complimenti anche per le immagini... Grande!!!... Ciao!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0