accedi   |   crea nuovo account

Sonno e sogno

Un sogno, un sogno sacro.
Ti ho vista e ne ho toccata una parte
narrando quanto mi manchi.

Sentivo il silenzio marcato
degli urli soffocati dal mio dolore,
dalla tristezza di un non c’è più.

Resta il ricordo caro,
energia sublimata in immagine
evocata nel sonno, sonno ierofanico.

 

2
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 08/02/2009 11:53
    Un sacro ricordo... d'energia sublimata... da risvegliare...

    Molto bella...
  • gabriella zafferoni sala il 29/01/2009 09:33
    infatti non è stata una scelta casuale, ma l'attribuzione semantica ad un moto mistico..
  • Anonimo il 29/01/2009 02:17
    Probabilmente quell’ “ierofanico” è un’estemporanea, geniale invenzione linguistica, ma è vero… Un essere immerso nel sonno incute rispetto e genera la sensazione che, in quella pace apparente, il sacro si stia manifestando con forza.
    C'è una grande sofferenza che rende quasi epici questi versi.
    A me son piaciuti molto.
  • enzo napoli il 24/11/2008 11:52
    Bel testo, brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0