PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Incompleto

Sento il vuoto...
Nube di etere in cui cado.
Per casa vado,
gli occhi tuoi mi sembra di vedere.
Perdermi su di un prato
con te
e non tornare mai più perchè non voglio
assopire nel vuoto.
Avverto la paura.
Paura di perdermi in un mare
troppo grande per me
paura di annegare
tra la tristezza e gli abissi del terrore.
Terrore, a sua volta,
di rimanere rinchiuso nella testa
senza riuscire nemmeno a gesticolare.
La mia anima in gabbia,
aspettando di essere liberata
per librarsi,
o essere assassinata.
Ma questo è il Limbo
il Mondo dell'attesa.
Per ora buona notte, sogni d'oro
domani sarà un altro giorno.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 28/08/2012 07:28
    ... la chiave di lettura
    per me sta nell'ultimo
    verso,
    brava.

3 commenti:

  • Nilla Qualunque il 29/03/2010 18:37
    una condanna il terrore, che anch'io ho ben conosciuto.
  • Simone Sansotta il 10/02/2009 17:37
    Ottimo! Anch'io ho la visione ben chiara del mondo dell'attesa, così diverso dal prato della prima parte della poesia.
  • michela zanarella il 22/10/2008 15:03
    il mondo dell'attesa, molto bella questa immagine, riassume in breve tutta la poesia, che ho apprezzato..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0