accedi   |   crea nuovo account

Incompleto

Sento il vuoto...
Nube di etere in cui cado.
Per casa vado,
gli occhi tuoi mi sembra di vedere.
Perdermi su di un prato
con te
e non tornare mai più perchè non voglio
assopire nel vuoto.
Avverto la paura.
Paura di perdermi in un mare
troppo grande per me
paura di annegare
tra la tristezza e gli abissi del terrore.
Terrore, a sua volta,
di rimanere rinchiuso nella testa
senza riuscire nemmeno a gesticolare.
La mia anima in gabbia,
aspettando di essere liberata
per librarsi,
o essere assassinata.
Ma questo è il Limbo
il Mondo dell'attesa.
Per ora buona notte, sogni d'oro
domani sarà un altro giorno.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 28/08/2012 07:28
    ... la chiave di lettura
    per me sta nell'ultimo
    verso,
    brava.

3 commenti:

  • Nilla Qualunque il 29/03/2010 18:37
    una condanna il terrore, che anch'io ho ben conosciuto.
  • Simone Sansotta il 10/02/2009 17:37
    Ottimo! Anch'io ho la visione ben chiara del mondo dell'attesa, così diverso dal prato della prima parte della poesia.
  • michela zanarella il 22/10/2008 15:03
    il mondo dell'attesa, molto bella questa immagine, riassume in breve tutta la poesia, che ho apprezzato..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0