accedi   |   crea nuovo account

i frammenti per me più importanti di "morte in frammenti di primavera"

La mentre navigava fluttuando in lontane galassie
Prendendo l’orbita tra i lontani e sconosciuti pianeti.
Smarrita,
Come un pesce d’acquario
In vasto oceano.

Ricordi d’amori passati
Venite avanti
Accontentatevi di questa vuota stanza
Ed accomodatevi.
Incantatemi con ogni particolare dimenticato
Di quel che è già stato.
Quando sola vedrò scorrere la mia vita
Sarete l’unica gioia.

È talmente strano vedere qui questi vividi ricordi
Ero convinta anch’essi fossero deceduti
Mi pare di ricordare distintamente
Di aver calato io stessa le loro tombe
Nelle rispettive fosse.
Non ricordo però poi cosa era successo
Forse ero scivolata dietro a loro.
O forse le mani che stringo ora con forza
Ed i dolci pensieri
Sono nuovi.

Quando ho seguito i passi allontanarsi.
Il tempo, rapito dal ritmo di un’ andatura
Veloce e distratta,
era rimasto ad ascoltarne il rumore,
Perché il silenzio di tutto il resto
Era immobile ed insopportabile.
Pareva tutto fosse stato congelato.
Che fosse un passo falso
O un passo avanti
Non ho potuto fare a meno di sorridere
Per un calore, che sublime o spaventoso,
Appiccicoso o aspro,
Rimaneva pur sempre una vera emozione.
Forse avevo solo bisogno di
Distruggere qualcosa di bello
Per sentirmi viva.

mentre corrono le righe,
scorre la pioggia
che scivola sui rossi tetti
e bussa alla mia finestra,
al ritmo di battiti cardiaci
accelerati.
ogni goccia che schiantandosi

12

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • c m il 25/06/2008 18:03
    continua a segnarmi nuovi commenti che non ci sono sto sito.
  • c m il 20/06/2008 19:38
    la ringrazio con tutto il cuore.
    dei bellissimi comlimenti, che danno molta forza,
    e delle due parole nonostante la stanchezza.
    con a mia volta ammirazione.
    buonasera e tante belle cose anche a lei.
  • Vincenzo Capitanucci il 19/06/2008 18:40
    Stupenda Forza... che stringe l'Ora Oro fra eterne mani... Tutto è tornato ciò che è...
  • c m il 19/06/2008 18:05
    grazie mille oceano mare
    ho letto tante cose approposito dei ricordi
    chi dice che bisognerebbe lasciarli scivolare
    chi si chiede se siano in fondo il posto più reale.
    chi crede che il tempo non esista direttamente.
    chissà
    io quella notte li ho visti in un funerale.

    buonagiornata
  • c m il 19/06/2008 16:28
    non miro all'originalità, solo quando la sera non riesco a dormire scrivo quel che mi passa per la testa.
    i maiuscoli sono solo perchè li scrivo su word che li genera automaticamente.
    quel che scrivo spesso è di getto, tra i tanti impegni.
    sono giovane del mestiere, ma non mi illudo di scriver bene e tantomeno mi considero poeta.
    grazie a lei
    io non mi sono iscritta a questo sito per sentire, dolci, ma futili adulazioni, ma anche critiche. le sue poi son costruttive.
    buonagiornata
  • Anonimo il 19/06/2008 13:47
    Ridondante... poi non mi piacciono questi maiuscolo a capoverso. L'originalità ad ogni costo? Interessante l'idea, avrebbe dovuto curarla di più... credo che sia giovane del mestiere. Coraggio, avanti. Buon giorno e grazie. Gi&ak.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0