accedi   |   crea nuovo account

VOI, AMICI!

Quanto durerà
Tutto questo…
Chi lancerà
Il sasso
Per ultimo…
Cosa riempirà,
Cosa invece
Svuoterà…

I pensieri
Riservano ondate di brividi
A impreparati desideri,
Si celano ad occhi disattenti,
Macinano come mulini nelle menti febbrili,
Scaglionano e sezionano
In quelle obbligate
Alla salute della propria conservazione,
Restando collocati nel lussuoso ricordo…

Vite
Immense
Volteggiano intorno al mio io
Infinitesimale …

Ed ora
Che tutto è compiuto,
Ora
Che nessun aneddoto reggerebbe
Alla noia trasgressiva di quest’estate folle,
Posso cercare
Ancora per poco
D ’inoculare atomi
Della mia anima
Nella voragine che mi chiama…

Spero sempre
Che la mia assurda e repentina presenza
Nel sentire
Di qualcuno,
Lasci una leggera scia,
Qualcosa di cui parlare,
Anche solo con sé stessi,
Anche solo per noia...

Spero che il mio lavoro
Serva davvero
Al mio servire
E d’essere una parte
Di questo millesimo di tempo
Nel tempo dell’altrui tempo..

12

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • laura cuppone il 22/06/2008 01:01
    carissimo signor La Motta.
    sono lusingata della tua disponibilità.
    ciao Laura
  • Anonimo il 21/06/2008 15:18
    Ma si, lasciamoci andare... ciao Laura, aspetto con ansia di rileggerla, pardon rileggerti, nei prossimi giorni.
    Tuo gi&ak
  • laura cuppone il 21/06/2008 10:59
    ciao augusto...
    :bacio:
    Laura
  • augusto villa il 21/06/2008 00:41
    :bacio:
  • laura cuppone il 20/06/2008 23:50
    Dolce sorriso...
    le tue parole sono miele..
    grazie...
    Janco... sei davvero un tesoro..
    Eli la musica é suono vibrante
    sei davvero bella..
    grazie ancora
    a
    tutti...

    laura
  • Dolce Sorriso il 20/06/2008 16:25
    ciao piccola fata è molto evidente ciò che scrivi scrivere con emozione non è da tutti ogni parola ha sempre un senso e siamo propio noi a daglierlo
  • laura cuppone il 20/06/2008 08:54
    mortivi?
    credo che siano evidenti..
    credo che si legga la duplice condizione..
    Spero che invece tutto sia molto poco poetico e decisamente
    realistico..
    vivo le mie emozioni in modo molto forte...
    si capisce?
    non credo sie aimportante, gi&ak cosa spinge qualcuno a scrivere qualcosa..
    non in questo contesto almeno..
    ma cosa viene scritto.. se qualcuno ci si ritrova e sente ciò che io sento, allora...é servito scrivere..
    non sono in grado ora di far meglio
    e forse mai lo sarò..
    ora sento questo..
    un senso di fugace scorrere...
    un tempo troppo breve... e tante occasioni che passano o che mai arriveranno..
    parlo sempre di sentimenti amicali...
    che poi si stanno rivelando ancora di più, per me, i più importanti.
    grazie ancora..
    ci diamo del tu?
    ..."sua" laura.
  • Anonimo il 20/06/2008 06:32
    Signorina Laura, ho letto il suo commento. Trovo molto poetico il suo... incontrare persone è come perderle... l'emozione ti spacca il cuore in entrambi i casi. Molto molto poetico.È uno spunto per ulteriori poesie, non trova? Non ho avuto modo di approfondire la mia ricerca delle motivazioni che l'hanno spinta a scrivere Voi, Amici! e forse non sono in grado di farlo in modo esauriente! Per ora le auguro una buona giornata e, se le può servire, su di morale!! Suo gi&ak
  • laura cuppone il 20/06/2008 00:29
    Voi... Amici..
    sembra semplice poterlo dire
    così..
    eppure é così..
    per tutti quelli che ho finora conosciuto
    per quelli che dovrò conoscere
    tutti voi che spendete del tempo per leggermi
    tutti quelli che non sanno nemmeno che
    scribacchio...
    incontrare persone
    é come perderle..
    l'emozione ti spacca il cuore...
    in tutt'e due i casi...
    ma nulla é mai davvero... perduto...
    grazie a tutti voi..
    nulla succede per caso...
    no?
    Laura
  • Anonimo il 19/06/2008 22:25
    Accolgo il tuo dono.
    Un abbraccio
    Angelica
  • Vincenzo Capitanucci il 19/06/2008 21:55
    Inoculando Atomi... ci ritroviamo in un Papà vero... nel biondo grano maturo..

    Grazie Amica
  • Anonimo il 19/06/2008 18:11
    Ho letto questo sublime Inno-Grido poetico tutto d'un fiato... mi ha dato forti emozioni, mi fa riflettere, c'è forza, c'è delicatezza, c'è tantissimo in questa poesia.
    Non posso far altro che dire... Bravissima. Mi voglio prendere tempo per capirla a fondo, c'è altro che si cela sotto questo inno all'amicizia, colgo come uno sfogo che non so collocare. La voglio studiare con calma, se permette. Avrà un altro mio commento. Buona serata... con stima. ci&ak
  • Cinzia Gargiulo il 19/06/2008 18:03
    Un inno bellissimo all'amicizia. Credo che tu sappia dare molto agli amici e loro lo sanno.
    Un :bacio:
  • LUIGI CARLO ROCCO il 19/06/2008 16:15
    Sarebbe bastato... saper donare musica a chi mi chiede parole. Tu hai dato molto di più e tutti i tuoi amici ti hanno ascoltato. Splendida.
  • Dolce Sorriso il 19/06/2008 15:15
    ciao dolce fata, tu non lascerai mai solo una scia, ma unonda che travolgera le nostre vite

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0