accedi   |   crea nuovo account

SOLITUDINE

La lacrima esce da occhi
sola.. chiede al dolore
con altre di farla compagnia
in rigagnoli

Il bimbo mira all'adulto
e allo stacco di madre
con alibi di delizia
a mascherare paure
d'esser invisibile
cerca altro ventre
a sentir sicuro contatto

Nel sogno
a lungo giro avverato
al mare la goccia
nel grembo di terra
ogni cuore che pulsa

Vero terrore
la solitudine
prigioniera del tempo
attende smaniosa
il saggio pastore
la morte che
riunisce al gregge
in eterno recinto
magari promiscuo
ogni forma di vita
che al freddo non invoca
più calore
per questo
in compagnia di uno sparo
alcuni salutano
l'isolamento
nell'umano razzismo
------------------------------
Da:Vite tremule
www. santhers. com

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0