username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fiore di Loto

M'avvolgerò
notte
nella tua coltre,
tela in cornice
d'orizzonte spento,
tra cielo e mare
neri come inchiostro,
in imbuti di strade deserte
incravattate di bianco,
in mezzo a cortili
vuote di voci,
dove tra camicie e lenzuola
che piangono stese,
sussurra il vento.
E mentre le mie mani
fanno scivolare
la clessidra
sotto queste lenzuola di seta,
tra frementi dune brunite
che fanno scorrere
i miei baci
verso la tua oasi
in profumi di Loto,
mi dimenticherò
di questo mondo assassino
che uccide la Vita.

... Ed esistiamo noi due soli,
sino all'arrivo
di questo rosso sole
accovacciato
sull'orlo del mare
e del cielo.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Maria Gioia Benacquista il 30/06/2008 10:34
    Molto bella Giò... ritagliarsi uno spazio ovattato, dimenticandosi del mondo esterno... un rifugio perfetto per amare...
    Il titolo è interessante, il fiore di loto... bellissimo fiore che simboleggia proprio l'oblio.
    Un abbraccio,
    Maria G.
  • terry Deleo il 28/06/2008 21:51
    Che bella. Giò...è di una delicatezza infinita. I miei complimenti. terry
  • Rosy Rosalba Piras il 26/06/2008 19:25
    Bello sapere che ci sono uomini cosi' sensibili e romantici..
    Complimenti
    un:bacio:
  • Giovanni Cuppari il 26/06/2008 18:52
    Grazie per la sua visita e per il suo commento lasciatomi. Spero che seguirà nelle letture e che le mie linee d'inchiostro siano un passatempo ameno e non una perdita di tempo. Buona serata a Lei. Gio'
  • Anonimo il 26/06/2008 18:28
    Complimenti... fantastica poesia. Lei usa le metafore in maniera tanto appropriata e naturale da far credere, ad una prima analisi, che nella poesia i versi siano completamente attinenti alla realtà. La mia interpretazione è sicuramente errata e me ne scuso in anticipo, ma devo dirle che quel suo..."esistiamo noi due soli", io lo vedo riferito a lei ed alla notte. Se così è la poesia oltre che bella è originale ed unica... altrimenti rimane la delicatezza con la quale scrive i suoi piacevoli versi. Buona serata. Suo gi&ak
  • nicoletta spina il 25/06/2008 07:13
    Dolce e sensuale, un bellissimo disegno a colori. ed è proprio così, caro Giò, l'alcova dell'amore ci fa dimenticare le bestemmie della vita. Un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0