username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Angelo biondo

Ricorderò sempre quel giorno.
un giorno come tanti
di gaia spensieratezza...
io e le mie creature.
Improvvisamente  udì una frenata
un tonfo assordante,
il sangue si gelò nelle mie vene,
il mio piccolo angelo biondo
era li inerme sull'asfalto rovente.
Millelame affilate
trafissero le mie carni
per un attimo il mio cuore
smise il suo battito,
la paura paralizzò il mio corpo,
le mie mani tremarono.
ma il coraggio di madre è più forte d'altro.
Corsi verso di lei,
senza respiro...
il suo cuore batteva all'impazzata.
In quel letto d'ospedale,
giaceva la mia creatura,
il suo pallore si confondeva tra le bianche lenzuola,
ed io mi sentii morire!
Con rammarico mi resi conto casa vuol dire:amore di madre
strinsi forte la sua gracile mano tra le mie,
mprovvisamente spalancò
i suoi occhi di perla e
in un urlo soffocato gridò  "mamma.
la strinsi forte al mio cuore,
per la seconda volta rinaque alla vita.
Il mio angelo biondo ora è una donna
e come allora ringrazio Dio
della sua magnanimità
perchè quel giorno il paradiso potè attendere.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/05/2013 14:23
    sembra un lungo racconto che avvolge, che mette ansia e finalmente si scioglie. brava.
  • Rossana Russo il 12/03/2012 18:07
    Mamma mia che brividi mi hai regalato! Sono contenta di sapere che in questa storia c'è il lieto fine splendida poesia.. complimenti

10 commenti:

  • Dolce Sorriso il 12/03/2012 21:54
    grazie Rossana,è una vecchia scrittura, contiene anche alcuni errori, ma le emozioni sono vive, reali... grazie!!!
  • Dolce Sorriso il 02/10/2008 23:04
    grazie del tuo passaggio a presto
    ciao
  • valeria raffa il 02/10/2008 19:49
    davvero commovente... mi hai fatta rabbrividire... ciao
  • claudia checchi il 07/09/2008 09:57
    che dire.. non ci sono parole. vivere sotto i propri occhi una bruttissima
    esperienza... quando leggo che in quell'urlo soffocato disse.."Mamma"
    sai mi sono venuti i brividi.. x fortuna tanta paura. ma con un dolce finale.
    come dici.. oggi e' una donna. grazie a Dio.. che te l'ha salvata.. ciao..
  • F S il 11/08/2008 14:37
    Molto commovente!!! La vita e i suoi miracoli... Cenerentola!:bacio:
  • Dolce Sorriso il 24/06/2008 23:23
    l'amore di madre è infinito penso si possa dare la vita prr i propi figli
    grazie
  • Aedo il 24/06/2008 19:31
    La tua poesia che riflette un'esperienza di vita dolorosissima, mi ha proprio toccato: in quei momenti, pur sentendoti sull'orlo di un burrone, hai avuto la forza di donare il tuo smisurato amore di madre. È proprio bello, unico, estasiante "rinascere alla vita".
    Ciao
    Ignazio
  • Dolce Sorriso il 23/06/2008 23:26
    un grazie di cuorea|
    ange, laura, silvana. baci
  • Anonimo il 23/06/2008 20:30
    Sono madre di due splendide gemme, sono le ancore che mi tengono legata alla vita...
    Oggi non posso leggere, poesie di questo spessore, perchè il mio fragile e ipersensibile cuore, fa sgorgare lacrime di forte dolore...
    Meno male, che esistono gli angeli che proteggono i nostri..
    Un abbraccio
    e anche se mi hai fatto piangere, grazie per l'emozione.
    Angelica
  • laura cuppone il 23/06/2008 17:08
    davvero notevole...
    bellissima direi..
    sono senza parole...
    ciao Dolce sorriso...
    un abbraccio
    fortissimo...
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0