accedi   |   crea nuovo account

Quante volte ancora

Quante volte ancora
sentirò la distanza da te
lacerante
come una pietra in equilibrio
su un foglio di carta
bianco
steso al sole?

Cosa ci tiene uniti da lontano?

Vorrei raccogliere tutte le foglie
dei gelsi della Cina
per srotolare i bozzoli
dei bachi da seta
e farne un unico filo
sottile
puro
invisibile
delicato
e stenderlo alto nel cielo
fino a raggiungerti
particella dopo particella
per ricompormi
in te.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Dannunziano _ il 05/08/2009 02:42
    D'annunzio era un grande amatore... sapeva come prendere le donne. Prova a leggerne la vita.
  • cinzia bucolo il 21/09/2008 08:52
    simpatica
  • Anonimo il 23/06/2008 20:47
    Molto sentita...
    bellissimo quel filo che ti porta da lei...
    Bravo
    Angelica
    Quante belle parole fa scrivere l'amore.
  • laura cuppone il 23/06/2008 17:23
    bella anche questa...
    amare..
    cosa fa fare...

    ciao Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0