PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dall'alto del nostro passato

Tu sei fessura che divide,
evento di tempo,
quando il pensiero secco
sboccò in arida frattura

Hai nella lontananza
l’originaria fonte
e nell’oblio invitante
la morte del ricordo

Così tutto ritorna al seno
dei deserti incomprensibili.
Dimenticare è l’arte che ti salva,
un salto in altri universi

I santi di questa terra
conoscono troppe verità.
Fanno di materia inerte
maschere per ogni tempo

tu baratti il fastidio del ricordo
con il gesto ardito che tutto rinnega
ed io percorro strade senza sole
in cerca d’una cima irraggiungibile

Che mi cancelli al mondo ed al ricordo

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 23/11/2015 08:53
    apprezzata... complimenti.

2 commenti:

  • arjan kallco il 09/05/2012 17:44
    La canzone di Ron dice: cancellarti non posso...
  • Anonimo il 24/06/2008 21:47
    molto, molto bella!
    non vorrei dire una sciocchezza... ma mi ricorda il mio poeta preferito... Pavese!
    beh, l'ho detto!
    Bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0