accedi   |   crea nuovo account

Una Calendula giallo sole ai Peccatori di Cle(f) mente divino

Quando uno psiconano di città

Incontra sull’altare di una chiesa

Un nanissimo bianco purissimo


Non c’è nessuna comunione


Immane vergogna disgustosa

Gesù in questo uomo non è mai nato!!!!


Peccato

poteva nascere un gigantesco Amore


Sono da sei mesi una telescrivente

Ormai comincio ad Amare anche gli psiconani

Vivo ormai in un giorno Monstrum Magnum

Oh mare nostrum non c’è più Tempo e Spazio

Nel dissacrato Templum


Esiste solo su un calendario Gregori ano


Il mio diario zoppicando un po’

Si avvicina con passo svelto

A raccogliere papa veri in frumento


Nelle calende greche fermenta


divorziando da te


per la Meravigliosa Calendula dei nostri corpi fioriti

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0