PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Assassini di Dio 696 Alle lapidazioni esistenti ancora Oggi

Al rogo!! Al rogo!!

Sentenzia il sacro inquisitore

Questa donna è una strega

È posseduta dal demonio

Bruciamo il suo corpo

Per purificare la sua Anima


Crocifiggi crocefiggi

Gridava la folla inferocita

Sotto lo sguardo sornione malefico

Delle loro guide spirituali accecanti accecate


Gli uomini più cattivi non amano
Non sopportano più il bene

Non vedono più l’essenza del Mondo


Li riconoscerete sempre dai loro frutti

di Odio in azione

Trasformano loro stessi
In giustizieri divini


In verità il loro Amore di Dio

Nella loro corrotta natura

Li porta li rende ad essere degli Assassini


Anche gli Assassini cercano Dio!!!!

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • karen tognini il 01/02/2012 09:17
    Grande Vincenzo.. anch'io non approvo l'ironico commento della Ukmar...
  • Grazia Denaro il 01/02/2012 00:42
    L'inquisizione è passata ormai da tempo.
  • Anonimo il 25/06/2008 17:33
    Non sono propriamente un fan di Capitanucci, ma fatico a capire il commento pesante di Nelida, sempre che l'abbia ben interpretato.
    I versi riflettono perfettamente secoli di storia e proprio in questi giorni le cronache, non Capitanucci, prospettano il coinvolgimento di un alto prelato peraltro già foscamente noto, in un noto delitto romano.
    Le lapidazioni esistenti ancora oggi... tutto vero
  • Anonimo il 25/06/2008 12:19
    Non sapevo che avessi ucciso qualcuno. Questa mi suona nuova.
    Grazie per l'informazione.
    nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0