PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

risveglio di morte

rotto è il tempo, fredde le dita come frammenti di cristallo cercano di aggrapparsi ad un arido terreno. socchiudo gli occhi, morte tutt' intorno. un vento che odora di sngua ed anime fredde, porta via il sudore dal pallor del mio viso.
ti sto cercando in mezzo a tanta morte... cerco l'oro luminosa dei toui capelli, il viola dei tuoi occhi e le tue labbra che mai mi fu concesso baciare.
eccoti! ed il respiro rimane ingabbiato in una cella d'angoscia. ti vedo avvolto in quell4e vesti ora lacere e vermiglie. nessun battito ti scuoteil tuo respiro è morto. è ceruleo il volto che di candida bellezza brillava.
mi fissano silenziosi i tuoi occhi chiusi, che mai più vedranno la luce, freddo il corpo che un mare rossobagna. la mia anima va in pezzi ed i suoi frammenti mutano in una pioggia di lacrime. cado in ginocchio, le mie grida son tuoni. sull'orlo del baratro non riesco a retrocedere, un'angoscia tastabile mi spinge giù nel buio del mio cuore in pena... muoio anch'
io

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Giovanni... il 26/06/2008 17:13
    È bellissima!!! mi avvolge il tuo pensiero cruente, anche sé qualcosa non mi suona bene, scusami se mi permetto.
  • libraio che legge il 26/06/2008 16:08
    i concetti sono chiarissimi, le parole belle e usate bene, però se mi posso permettere, magari sarebbe bello se fosse scritta... bene. Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0