accedi   |   crea nuovo account

BALLATA DELLA LIBERTA'

Dal ramo dell'albero del dolore
fiorita ormai è la pace
leggere l'ali delle rondini
si librano nel cielo azzurro
sui monti verdi s'intona un dolce
canto d'evviva la libertà
le nevi si sciolgono
giungono a valle l'acque allegre
bimbi corrono ed ogni cosa
nella giuliva valle s'ode
suoni e inni di patria desta
il mare in lontananza
scroscia sulle rive deserte
verso altri esili lidi
al timone dell'ingegnosa navicella
solcando onda su onda
l'ignaro castigo
viene trascinato a largo.
La mente rasenta la morte
rammenta le giovane vite estinte
naviga il pensiero ribelle
diviene eroico
l'andare del partigiano
sulla terra fiorita
sul mar silente
sul dorso del drago
sui monti innevati ancora.
Risorgono amori senili
nuova gioia rinascita spirituale
ed il mondo meditabondo nelle sue colpe
negli occhi di lei fanciulla
nello spirito della speranza
sorride e l'amore rende santo ogni cosa.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0