username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sotto il segno del cancro

Ti lasci trasportare dalle
rime incompiute di
pensieri spenti sul nascere,
nella vana speranza che
il ticchettio delle ore
soffochi l’insulsa voglia che
hai di vivere.
Ti sorprendi omicida del
tempo che scorre come il
sangue che attraversa le
vene e assapori il silenzio
col respiro affannato, simile
al rantolo di un animale.
E ti osservi mentre sputi su
ciò che hai avuto e su
ciò che hai dato,
memore dei momenti
passati a inebriarsi di parole che,
ora lo sai, non hanno alcun
valore…
Senti in bocca il gusto freddo e
amaro della sconfitta.

Un colpo.

Un tonfo.

Il Buio.

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 22/04/2011 13:11
    Giulia ti abbraccio... se posso... brava per lo scritto...
  • sara zucchetti il 08/10/2009 17:15
    Brava, molto bella molto profonda, ti toglierei dalla bocca quel gusto amaro, ma non è facile, allora ti invoglio anche io a scrivere ancora, perché è un piacere e una soddisfazione infinita.
  • Anonimo il 26/01/2009 21:20
    Molto forte molto bella molto vera. Complimenti P. F.
  • Donato Delfin8 il 09/12/2008 19:44
    Tristemente vera! Un Abbraccio affettuoso e silenzioso! Grazie A presto
  • claudia checchi il 29/11/2008 15:31
    Cara... mi sono scese delle lacrime non ci sono parole x colmare una malattia
    cosi' grave... ti sono vicinissima... e preghero' il buo Dio.. x aiutarti...
  • Carina Defilipe il 27/11/2008 14:40
    Ho cercato d'immedesimarmi nelle tue parole, per capire un po ciò che provi, e si mi gelo il cuore... qualsiasi incoraggiamento può essere banale, ma ti prego continua a scrivere che al meno questo allevia i dolori... Grazie.
  • valeria raffa il 02/10/2008 20:24
    tesoro... mi sono commossa ... ti sono vicinissima... oggi e' al festa degli Angeli Custodi, preghero' per te
  • Andrea Borio il 10/07/2008 00:00
    Leggo e rileggo le tue parole cercando il commento migliore, perchè mi sento di dover dare un commento a un'opera simile. Non ci riesco però. Poi capisco: semplicemente hai già detto tutto tu. Mi inchino nel buio: ho provato l'impotenza di chi assiste...
    Giulia... complimenti... questa lacrima è per te...
  • laura cuppone il 28/06/2008 17:34
    Giulia
    queste tue parole
    hanno più valore
    di quanto credi...
    purtroppo
    anche da "sani"
    siamo infestati
    da cancri di ogni genere
    e le senszioni
    di una
    malattia
    sono condivisibili
    anche se questo sembra assurdoo,
    anche se chi é vicino
    non comprenderà
    mai
    l'oscurità
    di un dolore
    né il suo sapore
    metallico...

    il buio é proporzionale
    alla luce
    che ne permette
    l'assedio...

    triste.. e vera..
    ... Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0