accedi   |   crea nuovo account

Ali

Ali che battono ritmicamente l'aria,
folti stormi che s'involano verso
il tepore di lontane mete,
a segnare il passaggio di stagione.
Già l'aria fresca del mattino
annuncia il nebbioso autunno,
le piogge incessanti e il declino della vita.
L'animo si intristisce, il cuore s'acquieta,
la mente invano segue il sogno di migrare.
Non ci sono più ali, le mete s'allontanano,
non c'è più voglia di volare.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • augusto villa il 19/09/2007 21:40
    Molto, molto bella... tristemente vera!
    Bravissimo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0