username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Eterno silenzio

Prima un piccolo buco nero
poi un urlo, uno stridio,
un triste fischio acidulo,
un pianto e un vento impetuoso.
Burrasca che strappa via
i sogni dagli alberi,
le lacrime ai bambini,
il sole agli uomini.
E torna ad ardere ululando
arroventando tutto,
impietoso,
come brace scoppietta,
e brucia,
brucia l'aria
e brucia l'inverno
troppo freddo nei nostri occhi.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 02/05/2011 00:02
    Meravigliosa, bravo
  • ELIO RIA il 11/10/2006 09:39
    Non ritengo che l'opera sia difficile, anzi hai saputo descrivere molto bene l'eterno silenzio a volte squarciato da un urlo. Non è una poesia banale ma molto intensa, va letta con attenzione. Votata con otto.
  • Adriano Di Carlo il 17/08/2006 23:12
    già, questa è una poesia molto difficile da interpretare, diventa bella se capita, ma il mio è uno scrivere troppo crepuscolare
  • Argeta Brozi il 15/08/2006 13:21
    Non so, non mi convince.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0