PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Devo tornare

Devo tornare a tuoi occhi
ogni che mi inggana il mondo
ogni volta che non lo capisco
ogni che sgancia sua bugia più crudele
ogni volta che la luna distorce i miei sensi
devo tornare a te
quando arrive giugno
senza arcoiris, senza sogni di erba in miei orecchi
A te
Quando ha una carta in bianco
e voglia che parle per me
con una voce constante

Quando mi infettano l'orgoglio
Tornare a te
Perché solo tu
avete dulzura e tutto cambia
tornare a tue labbra
quando bugiano i migliori vini
e se non posso con la notte
tornare ai tuoi capelli, ai tue dita semiaperti
Quando rubano i miei utopie, tornare all'orazione primiera
quella di prima di nacere, quella di dopo di morire
Tornare a tu parola, tu femminile bontà
quando non arrivano benedizioni al mio nome.

Devo tornare a te
quando non ha luce mia estate
quando sembra che albeggia e non albeggia
quando sembra che arriva la notte
e non ho ritornato al mio corpo
dorme la sera con occhi aperti
fino che arriva la calma, fino che arriva la pioggerella
come una terapia di amore e di pioggia
Ogni volta che non posso solo con il mondo
devo tornare
sempre a te

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0