PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tentazione

La tentazione è dolce, peregrina.
Erra tra tumulti rabbiosi,
tra l'infuocata sabbia di gesti
vigorosi, inconsulti, pretestuosi.
È mare viscido in salita,
è scala a pioli intricata,
è semplice, rotulea, torsione,
è solitudine: carnosa sostanza del nulla!
S'infila tra famelici neuroni,
intercapedini appassite dal vizio,
annacquando la folla pensierosa,
s'avvinghia; cieca, occulta ragioni.
L'altimetria del dubbio non la sfiora,
la metafisica certezza la sorprende,
senza prodigi, disincantata s'accende,
senza freni, caliginosa, s'espande.
Rumorosamente schianta la passione,
il fulcro fluorescente della vita,
volando su argute rotte, pare airone:
or s'appresta a planar; or si suicida!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Giovanni Di Girolamo il 07/03/2007 18:17
    Io la intitolerei "soggetto, verbo, predicato, complemento+ aggettivi e avverbi per contorno".
    Va bene ora?
    Giovanni
  • elenio pallini il 05/02/2007 00:54
    sarebbe un'ottima poesia, ma solo se la intitoli: "Aggettivi"
  • Matteo Sardelli il 12/09/2006 17:32
    Non credo sia vero che non comunica nulla. È certamente un'opera difficile; l'ho letta e riletta diverse volte ma mi sfugge sempre qualcosa. Ci tornerò più tardi.
    Però dire che non comunica nulla mi pare un po' troppo pesante
  • Argeta Brozi il 11/09/2006 16:14
    Mi dispiace, ma la tua poesia non mi comunica nulla!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0