PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nel Fato fatto della gigantesca nana Nato 626

Ridi in Sorrisi di luce
Radioso Sole mio

È stata dura Trovarti
Dovevo prima trovare Me

Seguendo il filo luminoso d’Arianna
di quel gigantesco Minotauro in Calore

Un vento leggero sibilante
nell’aria s’inventa
L’Amore in Asso

Che Fati Caccia
Che Caccia
Che Fato

O Mia Omnia Di(a)na

Posso giocare mentre fai le tue strane Pulizie
A spostarti gli oggetti in Casa Bianca????

Vi nascondo sempre il Telecomando
del Condizionatore D’aria Sedi O
Il mio è R otto

niente più missili alati puzzosi scureggianti

Uf ufo uffa che Stufo

Sono Stufo di questo Caldo Infernale Umano Mortale!!!!

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 09/07/2008 12:52
    Grande genio... chi sa come me apprezza... anche lei apprezzerà... secondo me anche il Minotauro che nella sua regale sensibilità vuole la felicità... sua ma anche nostra. Caro Vincenzo... un giorno saprai chi sono... sono anch'io un apolide come te con radici Marsigliesi. Forse ci siamo conosciuti in prigione... la prigione dell'amore, ovviamente. Ciaooooo grande pazzo!!! Giac... omino... bianco.
  • Anonimo il 09/07/2008 12:33
    ... anch'io...

    a - 30 si sta da Dio, ma oltre + 38 non so difendermi, mi arrendo... alla grotta, l'unica a temperatura costante... senza oscillazioni nel dualismo...

    un abbraccio, Cap
    nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0