PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Donna Chiocciola a timide antenne retrattili

Abituato com’ero al tuo guscio
Ti vivevo in questa normalità
Pensando al forse della tua abitualità

Era solo una fossa della tua spontaneità

Una magica notte di umidità
sei uscita in un corpo
Di meravigliosa donna
Fra i fili di voce argentei
Dei tuo bavosi ricordi perduti

Ti ho incauto
in un dolce sorriso
Sfiorato in un bacio
il tuo afrodisiaco seno nudo

Accorgendoti della tua nudità
Ti sei ritratta nel tuo fragile solido guscio

Chissà se riuscirai ancora ad amare

Accidenti al lumacone del Sono io!!!!

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0