PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Albergo Funerale Ora 979 agli Assassini

Questa notte fra i tuoi capelli biancheggianti
Hai seppellito il suo cadavere ed i tuoi sedici anni

Il tuo urlo viscerale che pensavi inaudito non udito
È stato un treno passante veloce nelle sue luci
Sferragliando martellante alle tre di notte nella mia notte

Un terremoto in questo silenzio di tomba

Religiosamente ho fatto finta di non sentirlo
Per rispettare questo quadruplice solitario funerale

È fuggito in un cielo altissimo l’uccello dell’Amore

Adesso esci con gli occhi gonfi occhiali neri
Hai messo il tuo reggiseno trasparente nero
le tue mutandine rosse di Capodanno
In tacchi a spillo senza accostamento

Per entrare in uno squallido albergo a Ore

Non m’inganni io ti vedo

Sei una Madonna seduta su una panchina del parco
nella tua luce tremula di Candela in cera bianca
dai da mangiare ai piccioni a gambe strette

Dimmi Amore mio hai ancora un cuore
Dove io possa bussare

Sono il tuo ultimo orribile assassino!!!!

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • giuliano paolini il 10/07/2008 15:41
    la forza dell'assassino sgomenta ed affascina perche' egli ha saputo osare qualcosa di non convenzionale che non si puo' fare assolutamente ma che lui ha fatto e quindi?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0