accedi   |   crea nuovo account

Esseri fragili

C'è una grazia in tutte le cose,
qualcosa nel profondo di noi,
nell'intima essenza
del creato
che ci rende divini,
noi e il mondo.

Esseri doppiamente fragili,
raggi di luce noi
bagliori di fiamma lontana riflettiamo.

Nell'intima essenza irraggiungiblii, fragili.

Irraggiungibile, e lontana,
luce che possediamo,
senza conoscerti,
inconsapevoli di ciò che siamo e
di ciò che vogliamo
ate aneliamo.

Luce insita in noi
cerchiamo
senza comprenderne il valore,

distratti, immobili
abitanti
di un mondo in movimento.

 

2
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Riccardo Brumana il 11/04/2007 22:34
    concordo col fatto che in ognuno di noi ci sia del divino, proprio perchè è da esso che proveniamo. dissento sulla raffigurazione che hai dell'umanità; distratta e immobile. non tutti lo siamo. anche tu ad esempio, portando questi messaggi profondi nella grande rete "mi riferisco alla prima perte della poesia" dimostri di non essere così. a rileggerci
  • Franco Limbardi il 17/03/2007 20:00
    Un kiss
  • luigi deluca il 06/01/2007 08:57
    Tutto quello che così bene descrivi, esiste comunque, a prescindere dall'esistenza (opinabile) di una forza creatrice, di un Unicum!
    La natura è autonoma.
    La vita è autonoma.
    La morte è autonoma.
    Con o senza l'Unicum, dietro il quale,"doppiamente fragili" ci nascondiamo!
    Pensaci, e fammi sapere la tua opinione.
    Grazie
    gigi
  • Argeta Brozi il 06/10/2006 11:21
    Un po' "povera" di immagini. È una descrizione.
  • augusto villa il 10/09/2006 00:48
    Vera e bella! ... si dovrebbe essere meno distratti...
    Ciao!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0